Franzinelli%20Aversa_edited.jpg

 MIMMO FRANZINELLI

STORICO

Mimmo Franzinelli, studioso della storia del fascismo e dell´Italia repubblicana, è uno dei maggiori contemporaneisti italiani, autore di numerosi volumi e saggi. 

 

BIODATA 

divinnoooo.jpg

Mimmo Franzinelli, ha studiato al liceo classico di Lovere e all'Università di Padova (Scienze Politiche, indirizzo storico); ha conseguito il Dottorato di ricerca presso l' Università di Udine. Noto in particolar modo per gli studi sui vari aspetti del ventennio fascista, del quale è considerato uno dei più profondi conoscitori. Tra le sue opere principali ricordiamo I tentacoli dell’Ovra - Agenti, collaboratori e vittime della polizia politica fascista” (Bollati Boringhieri, 1999, nuova ed. 2020), Delatori. Il lato oscuro del regime fascista (Mondadori, 2001, Feltrinelli, 2012); Stragi nascoste - L’armadio della vergogna. (Mondadori 2002); Squadristi (Mondadori 2003, Feltrinelli); Guerra di spie (Mondadori 2004), L'Amnistia Togliatti (Mondadori, 2006; Feltrinelli, 2016); Il delitto Rosselli, Mondadori 2007, Feltrinelli 2017). Il Piano Solo (Mondadori, 2010), Autopsia di un falso. I diari di Mussolini (Bollati Boringhieri, 2011).

Ha ricevuto, per il volume “I tentacoli dell’Ovra” il Premio Viareggio 2000 sezione saggistica e per l’opera “Il riarmo dello Spirito”, il secondo premio Acqui Storia 1992.

Nel 2002 è stato il vincitore dell' XI edizione del Premio internazionale «Ignazio Silone», conferito ogni anno ad una personalità la cui opera rispecchi i medesimi valori di libertà e di giustizia appartenuti allo scrittore abruzzese di “Fontamara”.

Nel 2003 ottiene il Premio Benedetto Croce per il libro Squadristi, nel 2006 il Premio Basilicata per L'amnistia Togliatti e nel 2009 il Premio città di Saluzzo "Walter Botto - Enrico Rossi" per "La sottile linea nera".


Franzinelli è componente del Comitato scientifico dei seguenti organismi: Istituto per la storia dell’età contemporanea (Sesto S. Giovanni), Fondazione “Luigi Micheletti” centro di ricerca sull’età contemporanea (Brescia), Festival èStoria (Gorizia), Festival Oltreconfine (Valle Camonica).

Ha ideato e diretto per conto dell’Istituto nazionale per lo studio del movimento di liberazione in Italia il progetto Ultime lettere di condannati a morte e di deportati della Resistenza 

Ha collaborato al progetto di ricerca internazionale Occupation in Europe: The Impact of National Socialist and Fascist Rule 1938-1950, promosso dall'European Science Foundation di Amsterdam e dalla Technische Universität di Berlino.

Collabora alla trasmissione Wikiradio (Radio Rai 3), e a varie riviste di carattere storico.

   


 
RSI.jpg

IN USCITA

La Repubblica Sociale Italiana ha avuto una storia breve: venti mesi convulsi che vanno dal settembre del 1943 all’aprile del 1945. Un periodo che rappresenta la pagina più buia del nostro paese, in cui gli italiani sperimentarono la fine dello Stato, la fine della monarchia sabauda, la fine del fascismo e la sua rinascita, l’occupazione tedesca e la guerra civile al nord. Un dramma di grande complessità, destinato a lasciare un segno duraturo nelle esperienze individuali e in quelle collettive. Questo libro, avvalendosi delle più recenti ricerche e di fonti poco conosciute, restituisce al lettore l’immagine complessiva delle sue varie (e contraddittorie) componenti: l’azione di governo, il dispiegamento repressivo, il collaborazionismo, lo scarto tra i progetti e le concrete realizzazioni. Un’attenzione particolare viene rivolta al ritorno di Mussolini, all’apporto fornito allo sforzo bellico germanico, alle formazioni armate (Brigate nere, X Mas, SS italiane, ‘ausiliarie’, polizie semiautonome), alla ‘guerra sporca’ ai partigiani e ai civili, alla caccia agli ebrei, fino alla transizione al dopoguerra tra giustizia sommaria e amnistie. Il risultato è un lavoro che ancora mancava nella pur vasta storiografia sull’argomento, capace di catturare il lettore raccontando un’epoca di eroismi e viltà, opportunismi e solidarietà

 
RSI 1.jpg

RSI 1.jpg

RSI 2.jpg

RSI 2.jpg

RSI 3.jpg

RSI 3.jpg

RSI 4.jpg

RSI 4.jpg

RSI 5.jpg

RSI 5.jpg

RECENSIONE STORIA DELLA REPUBBLICA SOCIALE ITAIANA 1943-1945

10  novembre 2020,  Corriere della Sera

 

LIBRI

press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
 

MIMMO FRANZINELLI

Recensione RSI-1.png
Recensione RSI-2.png
Recensione RSI-3.png
Recensione RSI-4.png
Recensione RSI-5.png
 
 
resistencia.jpg

MARCELLO FLORES & MIMMO FRANZINELLI. STORIA DELLA RESISTENZA 

I due anni che vanno dall'8 settembre 1943 al 25 aprile 1945 rappresentano un momento cruciale della storia d'Italia. Sono gli anni della guera mondiale, con le truppe straniere che occupano la peninsola. Sono gli anni della guerra civile, con lo scontro tra italiani di diverso orientamento. Sono gli anni della guerra di liberazione, in cui si combatte contro il nazifascismo per far nascere un paese democratico e libero. È il "tempo delle scelte" per una società italiana schiacciata sotto il tallone nazista e fascista. Una nazione divisa politicamente, miitarmente e moralmente all'interno di un'Europa in fiamme. Per fare i conti con la storia della Resistenza italiana, il libro ripercorre le varie fasi delle diverse Resistenze: dalle specificità della guerriglia urbana all'attestamento nelle regioni di montagna. Affianca alla lotta armata le varie forme di supporto fornito ai "banditi" dalle popolazioni e la conflittualità interpartigiana, si addentra nella cosidetta "zona grigia", evidenzia la peculiarità delle deportazioni politiche e razziali.

 

MIMMO FRANZINELLI FASCISMO ANNO ZERO

20 de enero de 2019

Il 23 marzo 1919 è una data cardine nella storia d'Italia. Quel giorno, a Milano, in piazza San Sepolcro, al primo piano di Palazzo Castani, elegante edificio di fine Quattrocento, l'ex socialista Benito Mussolini fonda i Fasci italiani di combattimento. Sulla scena politica irrompe un movimento di tipo nuovo, agressivo e dinamico, che non solo mescola estremismo di destra e radicalismo di sinistra ma raccoglie simpatizzanti di ogni genere: Arditi, futuristi, reduci, massoni, socialisti, sindicalisti revoluzionari, anarchici. La maggior parte di loro sono giovani. Il programma è avanzato e decisamente riformista: si propongono la Costituente repubblicana dei combattenti, l'abolizione del Senato, il suffragio universale maschile e femminile, l'introduzione delle otto ore lavorative. Mussolini, in particolare, vuole affidare la guida del Paese a una nuova èlite, l'aristocrazia dei combatenti. L'obiettivo è spodestare la vecchia classe dirigente liberale, scongiurare il pericolo bolscevico e conquistare il potere.

978880470831HIG-322x480.jpg
 
 
Presentazione del libro 1960
20 lug 2020, 13:40
www.reteparri.it
 

RADIO

16-Partigiani%20della%20Brigata%20Fratelli%20Fontanot_edited.jpg

PROGETTO BELLE STORIE FAHRENHEIT

Settantacinque anni fa l’insurrezione nel nord Italia liberava il paese dalla presenza nazista e fascista. Per ricordare quell’evento, che è stato alle fondamenta della Costituzione e della Repubblica, Radio3 ripercorrerà la vita e le vicende di quaranta resistenti, uomini e donne, partigiani e civili, internati e deportati, famosi o poco conosciuti. Sono persone che in modi diversi hanno contribuito a riscattare l’onore della patria, che Mussolini aveva gettato nel fango portandola all’alleanza con Hitler e alla guerra, e hanno favorito e accelerato l’avanzata alleata che ha permesso la liberazione dell’Italia dal nazifascismo. Alcuni hanno trovato la morte, altri sono sopravvissuti per vedere la libertà ottenuta con la lotta, ma è stata la loro scelta, la scelta di partecipare, opporsi, combattere, aiutare, a rappresentare la memoria più importante di quel momento cruciale della vita nazionale. È per ricordare quella scelta, la sua forza morale e, prima di tutto, umana, che Radio3 racconterà le loro vite e i momenti più significativi della loro esistenza. Due storie al giorno, in onda dal 13 al 30 aprile, saranno raccontate dagli storici Marcello Flores, Mimmo Franzinelli, Isabella Insolvibile, Michela Ponzani, Toni Rovatti e Carlo Greppi e andranno in onda  a Fahrenheit tutti i pomeriggi alle 15.30 e a Radio3suite tutte le sere intorno alle 20.00.

Sabato 25 aprile, queste storie punteggeranno tutta la giornata di Radio3 e dalle 15.00 saranno proposte in uno speciale di Piazza Verdi: 25 storie per il 25 aprile.


Un progetto di Federica Barozzi, Monica D'Onofrio e Marcello Flores

 
 

FOTO

con Marcello Flores e Luigi Borgomaneri. Presentazione libro Tortura. Milano, 2018.

press to zoom

con Gino Boldini, Provaglio d'Iseo, 2013.

press to zoom

con Sergio Zappavigna e Mauro Zanetti, Cremona, 2018.

press to zoom
Verona disertori 23.4.2016.jpg
Verona disertori 23.4.2016.jpg
press to zoom

con Maddalena Gretel Cammelli, Santo Peli e Nino Urettini, Padova, 2017

press to zoom

con Andrea Laini, Saviore, 2016

press to zoom

con Marco Torriani e Fiorenzo Magni, Forte dei Marmi2012

press to zoom

col Sindaco di Taglio di Po, presentazione di Il Duce e le donne, 2014.

press to zoom

con Emilio Franzina e Stefano Biguzzi, Verona, 2013.

press to zoom

con Pier Luigi Milani, Circolo Ghislandi, Boario, 2015.

press to zoom
con Marcello Flores
con Marcello Flores

con Marcello Flores, Milano, 2019

press to zoom

con Benedetta Tobagi, Milano, 2013.

press to zoom
Lucca Comics.JPG
Lucca Comics.JPG
press to zoom
con Ricky Gianco.jpg
con Ricky Gianco.jpg
press to zoom
Coppetti.jpg
Coppetti.jpg
press to zoom

con Mario Coppetti, Giancarlo Corada e Barbara Caffi. Presentazione di Il Tribunale del Duce, Cremona, 2017.

press to zoom
2012 MIchael Chapman.jpg
2012 MIchael Chapman.jpg
press to zoom
19.06.2011 Boninelli.jpg
19.06.2011 Boninelli.jpg
press to zoom
dott. Augusto Paganuzzi.jpg
dott. Augusto Paganuzzi.jpg
press to zoom

con Paolo Cavassini, Lugo, 2013.

press to zoom
BsCarlotto.jpg
BsCarlotto.jpg
press to zoom
press to zoom

con MarcoTorriani e Bernard Hinault, Forte dei Marmi, 2012..

press to zoom

con Angelo d'Orsi, Festival Resistenza Fosdinovo, 2019.

press to zoom
 

CONTATTO

Il tuo modulo è stato inviato!

franzinelli piccola.jpg